Watchesreplica

Decreto Ingiuntivo a seguito di convalida di sfratto per morosità

a cura dell'Avv. Tommaso Pratovecchi

Nel caso in cui il Giudice si sia riservato l’emissione del D.I., per effettuare questo tipo di deposito bisogna selezionare nella prima schermata Fase Introduttiva – Ricorso per decreto ingiuntivo (RicorsoDecretoIngiuntivo).

 

Nella schermata successiva andrà selezionata la voce “procedimento di ingiunzione ante causam”.

Nella schermata successiva non andrà spuntata la voce del contributo, in quanto già versato all’atto dell’iscrizione a ruolo dello sfratto, mentre dovrà essere pagata la marca da 27,00 € che dovrà essere allegata a fine procedura.

Una volta inseriti tutti i dati richiesti nelle schermate successive relativi alle parti, nella schermata finale sarà necessario indicare che trattasi di decreto esecutivo, spuntare la voce “somma” ed indicare il valore dei canoni scaduti.

Terminato l’inserimento di tutti i dati, allegare i seguenti documenti come da immagine:

- decreto ingiuntivo nel quale dovrà essere specificato che trattasi di ricorso ex art. 664 c.p.c. (da impostare come atto principale)

- procura alle liti (tipo allegato “procura alle liti”)

- marca da 27.00 € (tipo allegato “allegato semplice”)

- ricorso per convalida sfratto con convalida scannerizzato (tipo allegato “allegato semplice”)

- copia verbale nel quale il Giudice si è riservato l’emissione del decreto (tipo allegato “allegato semplice”)

Firmare digitalmente sia l’atto “decreto ingiuntivo” che la procura alle liti.

Per poter sfruttare a pieno tutte le funzionalità, questo sito potrebbe scaricare alcuni cookie sul tuo computer. Continuando a navigare ne accetti l'utilizzo. L’uso dei cookie ci consente di proporti contenuti più utili e rilevanti per te.
Per maggiori informazioni leggi l'Informativa sulla Privacy. Accetta Rifiuta